Domenico Valente

"è un'illusione che le foto si facciano con la macchina… si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa." HCB

Tag: 2010

FerrariWorld Abu Dhabi


Che Spettacolo il ferrari world di Abu Dhabi.
Questo WeekEnd ultima tappa del Mondiale, Yas Marina Circuit, 5.550 metri, 55 giri per un totale di 305 Km, quattro piloti in lizza per il titolo iridato, in bocca al Lupo e che vinca il migliore.

Annunci

Mappa dei SocialCosi

La “Mappa delle Comunità online” disegnata dal geniale Randall Munroe ed aggiornata al 2010.

WebComic XKCD

No Berlusconi Berlin

Il PopoloViola si stà mobilitando nuovamente per tornare in piazza, questa volta a Berlino, il 2 Ottobre 2010 in difesa della Costituzione e della Democrazia.
Tutto questo in BebelPlatz a Berlino.

Se volete esserci e dare supporto al gruppo la prossima riunione è prevista  venerdì 24 settembre alle ore 18:30 presso il
CIRCOLO MALAPARTE,
Eylauer Str. 2410965
Berlin-Kreuzberg.

Questi i link:

Gruppo_NoBerlusconiBerlin
www.ilpopoloviola.it

“Siamo quelli che odiano, siamo squadristi e giustizialisti.
Siamo quelli che non dovrebbero fare domande ai politici, che tanto poi non
comprendiamo le risposte.
Siamo quelli che danno fastidio, che disturbano gli affari della politica.
Siamo il popolo (viola).”

Il Gp in salsa Padana

Pole position e Vittoria qui a Monza per il nostro Alonso.

Vittoria sofferta ma meritata per un pilota che da sempre il massimo e non molla mai.
I Ferraristi ringraziano.

Fernando Alonso, classe 1981, due volte campione del mondo, vincitore al Gp di Monza

Cquote1.png \mathfrak{I} sogni sono le pietre di paragone del nostro carattere. Cquote2.png

David Henry Thoreau

Il grande cuore ferrari

Domanda: cosa c’entrano le bandiere leghiste in un Gp di Formula1?

Questo non deve più accadere

Festival dell’amore o Loveparade, popolare festival di musica techno, nato nel 1989 a Berlino e replicata poi in tutto il mondo: altre città ad aver ospitato Loveparade sono state Tel Aviv, Città del Messico, Acapulco, Vienna, Città del Capo, San Francisco, Leeds, Roma, Sydney e Santiago del Cile. La manifestazione del 2010 organizzata a Duisburg è stato teatro della seconda più grave strage di spettatori in europa degli ultimi 30 anni, la prima è avvenuta allo stadio Heysel – Bruxelles – 1985, dove prima dell’inizio della finale di Coppa dei Campioni tra Juventus e Liverpool, morirono 39 persone schiacciate nella calca dopo un tentativo di assalto da parte degli hooligans britannici alla tifoseria italiana.
Il 24 luglio, 20 persone rimangono uccise, 342 sono i feriti in base gli ultimi dati forniti dalla polizia, di cui 42 in gravi condizioni, il tutto a seguito di una gigantesca calca avvenuta all’interno di un tunnel lungo 200 m e largo 30 m sulla Karl Lehr Strasse, unica via d’accesso alla manifestazione.

Nella tragedia vittima anche un’italiana Giulia Minola, bresciana di 21 anni.


Duisburg 2010 – The Art of Love – 1,400,000 partecipanti stimati

1) Il servizio d’ordine previsto dalla polizia era formato da 1.200 agenti, contro uno stimato di 1.400.000 persone;
2) I soccorsi non sarebbe mai potuti arrivare in tempo, visto l’unica via d’accesso e l’ingente numero di persone;
3) Una ex acciaieria trasformata in parco pubblico non era il sito ideale per un evento simile e sia gli organizzatori che gli amministratori comunali ne erano consapovoli. Speravono di cavarsela solo con qualche ferito?
4) Visto che sopra il tunnel incriminato ci passava la ferrovia, i partecipanti pur di scappare hanno anche occupato i binari. Anche questo era del tutto prevedibile.

Non dobbiamo semplicente “ELIMINARE” grandi manifestazioni o raduni, non risolviamo il problema, lo spostiamo solo più in là.
DOBBIAMO USARE LA TESTA

Via | Wikipedia
Via | CorriereDellaSera