Domenico Valente

"è un'illusione che le foto si facciano con la macchina… si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa." HCB

Tag: afghanistan

Afghanistan – oltre la guerra

Oltre questa assurda guerra c’è un Afghanistan bello e multiforme, con paesaggi mozzafiato, donne che ancora lavorano come si faceva un tempo e bambini con tanta voglia di vivere.
Un paese multietnico, con 2 lingue ufficiali, grande più di due volte l’Italia con l’80% compreso tra i 600 e i 3000 metri di altitudine e con quasi 30 milioni di abitanti, un paese tutto da scoprire.

Vimeo | Augustinpictures

Annunci

Zafferano Afghano

Non possiamo sapere perchè siamo lì, in quel posto impervio e difficile che prende il nome di Afghanistan, ma possiamo sapere cosa stiamo facendo e come operiamo per quella popolazione.
Il motivo principale si chiama oppio.
Si!, avete capito bene, quel fumo bianco che invade le nostre città, quello che entra nella mente prima di invadere le nostre case e le nostre certezze.
Si chiamano 566 ettari di papavero da oppio che faticosamente cerchiamo di convertire a zafferano, pianta adatta ai suoli e al clima arido dell’Afghanistan e che necessita di pochissima acqua. (articolo su LaStampa)

Noi colpiamo la loro economia, le loro certezze economiche, i talebani non aspettano a colpirci al cuore.

 

Il Silenzio Fuori Ordinanza è tutto per voi.

Come al tempo delle lance e delle spade, così anche oggi, nell’era dei missili, a uccidere, prima delle armi, è il cuore dell’uomo.
(Papa Giovanni Paolo II)

 

 

Il Milite ignoto

Afghanistan: Livorno, settori stadio fischiano durante minuto silenzio per Romani

Allo Stadio di Livorno fischi prolungati durante il minuto di silenzio per il Tenente Romani, morto in Afghanistan.

A Livorno i Bal (Brigate Autonome Livornesi), gruppo di fede comunista, dopo il coretto “10, 100, 1000 Nassiriya”, gli omaggi a Stalin nell’anniversario della morte e gli striscioni contro i morti nelle Foibe, non si sono lasciati scappare nemmeno questo evento.

”Sono persone che non hanno il senso del rispetto della vita umana. La verita’ e’ che queste persone devono smettere di fischiare”, ha commentato con amarezza il sindaco di Livorno, Alessandro Cosimi.

Mai parola fu così propizia:

Fuori dalle BAL……… per voi dovrebbero rimettere i Lavori Forzati!!

Liberi i tre operatori di Emergency

IO STO CON EMERGENCY

Liberi i tre operatori di Emergency

Domenica 18 aprile. Matteo Dell’Aira, Marco Garatti e Matteo Pagani Guazzugli Bonaiuti, fino a oggi detenuti in una struttura dei servizi di sicurezza afgani, sono stati liberati, non essendo stato possibile formulare alcuna accusa nei loro confronti.

Napolitano: “E’ un sollievo per tutti”
Gino Strada: “Invierò una maglietta di Emergency al ministro Frattini, come mi aveva chiesto”

Via | Emergency
Via | Repubblica